Chiarezza sui termini più spesso utilizzati quando si parla di Cannabis

Comprendiamo che ci sono alcuni termini confusi relativi al cannabidiolo, quindi abbiamo voluto prenderci il tempo di spiegarli. Di seguito è riportato un elenco dei termini più importanti da comprendere relativi al cannabidiolo( CBD) :

Cannabis – Un tipo di pianta che comprende tre diverse varianti: Cannabis ruderalis, Cannabis indica e Cannabis sativa. La cannabis ha una vasta gamma di applicazioni industriali e mediche. È stato usato fin dall’antichità per le sue fibre robuste, per gli oli e per scopi medicinali. Tuttavia, è stato anche usato come droga ricreativa, un fatto che rende la coltivazione della cannabis strettamente regolamentata a causa di alcune variazioni tra cui alte concentrazioni di THC.

Canapa – La canapa si riferisce alle varietà di cannabis ad alta crescita che vengono coltivate per essere utilizzate specificamente per fibre, olio e semi. Questi sono poi raffinati in numerosi prodotti tra cui cera, resina, stoffa, polpa, carta, corda, carburante e olio di canapa.

Cannabinoidi : una famiglia chimica molto diversificata che include sostanze naturali e create artificialmente. Diversi cannabinoidi hanno effetti molto diversi, con alcuni cannabinoidi che hanno dimostrato proprietà lenitive e rilassanti e altri classificati come droghe illegali.

CBD – Un cannabinoide presente in natura e il secondo costituente più abbondante della pianta di Cannabis. Il CBD è legale e sicuro da consumare, ma è stato a lungo all’ombra del THC.

THC – Il costituente più abbondante della pianta di cannabis e un cannabinoide fortemente psicoattivo, il THC è responsabile per ottenere “alti” dal fumare marijuana e, di conseguenza, la sua produzione e il suo utilizzo sono strettamente regolati.

Psicoattivo – Qualsiasi sostanza chimica che possa entrare nel cervello dal flusso sanguigno e colpire direttamente il sistema nervoso centrale è considerata psicoattiva. Molte sostanze psicoattive hanno applicazioni mediche (come anestetici, farmaci psichiatrici, ecc.), Ma alcune di queste sostanze sono utilizzate esclusivamente per ricreazione, causando pericolosi effetti collaterali e dipendenza.

Inebriante – Qualsiasi sostanza che possa farti perdere il controllo delle tue facoltà e alterare il tuo comportamento è considerata inebriante. Quasi tutte le droghe illegali hanno proprietà inebrianti, anche se in tutto il mondo i casi di intossicazione sono attribuiti all’alcol. L’intossicazione può essere causata da sostanze che influenzano direttamente il cervello (cioè, psicoattive) o indirettamente causando danni al tuo organismo (cioè, attraverso la tossicità, da qui il termine).

Cosa rende diversa la CBD
Nel mondo di oggi, ci sono innumerevoli integratori sul mercato. Eppure, anche come integratore di recente divulgazione, CBD si distingue come un naturale calmante e calmante. Inoltre, gli scienziati restano aperti alla possibilità di applicazioni più ampie della CBD nel prossimo futuro.

Per molte persone, i prodotti CBD stanno diventando un’aggiunta rilassante alla loro vita quotidiana. Tuttavia, poiché i bisogni di ogni persona sono diversi, ti incoraggiamo sempre a fare le tue ricerche per vedere se l’olio di CBD è giusto per te.

Il nostro obiettivo è fornire una visione equilibrata e accurata di tutto e qualsiasi cosa relativa all’utilizzo della CBD, quindi rimanete sintonizzati per informazioni più obiettive sulla CBD e preparatevi sempre per un pensiero critico e per la vostra ricerca.

CBD vs THC: qual è la differenza?

cbd vs thcIl cannabidiolo (CBD) e il tetraidrocannabinolo (THC) sono i due cannabinoidi più abbondanti che si trovano naturalmente nella canapa.

Classificati come fitocannabinoidi (al contrario degli endocannabinoidi e dei cannabinoidi prodotti artificialmente), sia il CBD che il THC interagiscono con cellule specifiche principalmente nel nostro cervello (ma anche in altri organi).

Sia il CBD che il THC hanno una vasta gamma di applicazioni e sono simili a livello molecolare. Ciò ha portato il pubblico a confonderli spesso, e persino la comunità scientifica riteneva che CBD e THC fossero in effetti la stessa sostanza fino a tempi relativamente recenti.

Tuttavia, le proprietà chimiche del CBD e del THC variano ampiamente da classificare il THC come un farmaco psicotropico strettamente controllato dalle autorità federali, mentre il CBD è considerato legale e sicuro in tutto il mondo.

Sfortunatamente, c’è molta disinformazione intorno a queste sostanze, propagandate in parte da interessi che cercano di promuovere una sostanza sull’altra.