CBD ed Artrite Reumatoide

I ricercatori hanno recentemente iniziato a concentrarsi sugli effetti dell’olio di CBD su diverse condizioni che causano dolore, tra cui l’artrite reumatoide (RA) . Finora, i risultati sono promettenti. Continua a leggere per saperne di più su ciò che gli studi recenti suggeriscono sull’olio di CBD e suggerimenti su come usarlo.

Cosa dice la ricerca

Il primo studio controllato per valutare l’uso della medicina a base di cannabis per curare la RA è avvenuto in 2006 Fonte attendibile. I ricercatori hanno concluso che, dopo cinque settimane di utilizzo, un farmaco a base di cannabis chiamato Sativex riduceva l’infiammazione e migliorava significativamente il dolore. I partecipanti hanno anche riportato un miglioramento del sonno e la maggior parte degli effetti collaterali sono stati lievi.

UN Revisione 2008 Fonte attendibile l’uso del CBD per trattare il dolore cronico ha concluso in modo simile che il CBD ha ridotto il dolore e migliorato il sonno senza effetti collaterali negativi.

Nel 2016, un altro studiare Trusted Sourceè stato fatto usando il gel CBD sui ratti. I ricercatori hanno nuovamente scoperto che il gel CBD riduceva sia il dolore articolare che l’infiammazione senza effetti collaterali.

Mentre tutta questa ricerca è molto promettente, gli studi esistenti sono stati relativamente piccoli. Molti altri studi, in particolare su un gran numero di partecipanti umani, sono ancora necessari per comprendere appieno gli effetti dell’olio di CBD e di altri trattamenti a base di cannabis sui sintomi dell’AR.

Come funziona?

L’olio di CBD influenza l’attività cerebrale, ma non allo stesso modo del THC, il principale ingrediente psicoattivo della marijuana. L’olio di CBD interagisce con due recettori, chiamati CB1 e CB2, per ridurre il dolore e gli effetti dell’infiammazione.

CB2 svolge anche un ruolo nel sistema immunitario . L’AR coinvolge il sistema immunitario attaccando i tessuti delle articolazioni. Quindi questa relazione con il sistema immunitario potrebbe spiegare perché l’olio di CBD sembra funzionare bene per i sintomi dell’AR.

Inoltre, gli effetti anti-infiammatori del CBD potrebbero anche aiutare a rallentare o arrestare la progressione dell’AR, che nel tempo provoca danni permanenti alle articolazioni. Questi effetti potrebbero anche ridurre diversi altri sintomi di AR correlati all’infiammazione, come affaticamento e febbre.

Come si usa

L’olio di CBD si presenta sotto forma di liquido e capsula. Puoi prendere una capsula per via orale o aggiungere olio di CBD al cibo o all’acqua. Puoi anche mescolare l’olio di CBD con la tua lozione preferita e applicarlo direttamente sulla pelle per aiutare con articolazioni rigide e doloranti. Alcuni marchi offrono anche trattamenti terapeutici che puoi applicare direttamente sulla tua pelle.

Lavora con il tuo medico per capire il dosaggio migliore per te. È meglio iniziare con una dose molto piccola in modo da poter vedere come reagisce il tuo corpo. Se non noti effetti collaterali, puoi provare ad aumentare lentamente il dosaggio.

Quando si sceglie un olio di CBD, assicurarsi che provenga da un fornitore di fiducia e includa un elenco completo di ingredienti.

È anche possibile applicare l’olio di CBD per via topica e molti prodotti per crema e lozione stanno diventando disponibili per l’acquisto.

Ci sono effetti collaterali?

L’olio di CBD non presenta gravi effetti collaterali. Tuttavia, potresti riscontrare alcuni effetti collaterali lievi, soprattutto quando lo usi per la prima volta. Se hai assunto farmaci per RA per un po ‘di tempo, questi effetti collaterali potrebbero essere più profondi. Questi includono:

nausea

fatica

diarrea

cambiamenti dell’appetito

Se stai pensando di provare il CBD, è importante parlare prima con il tuo medico. Il CBD può interagire con i tuoi attuali farmaci o integratori. Il CBD e il pompelmo interagiscono entrambi con enzimi importanti per il metabolismo dei farmaci. Fai molta attenzione se uno qualsiasi dei tuoi farmaci o integratori viene fornito con un avviso di pompelmo .

In uno studio condotto su topi, ricevere iniezioni di estratto di cannabis ricco di CBD è stato associato ad un aumentato rischio di tossicità epatica. Tuttavia, ad alcuni dei topi dello studio sono state fornite quantità molto elevate di estratto